Reazione al fuoco: sicurezza CE

Dalla Classe 1 all’Euroclasse. I pannelli per la correzione acustica Kontro e SoKoVerd.C1 di Coverd rispondono ai requisiti di reazione al fuoco richiesti dalla Direttiva europea.

La marcatura CE è un’attestazione obbligatoria di conformità ad alcune leggi europee chiamate Direttive e da queste è regolamentata.

Queste Direttive hanno fissato determinati requisiti di sicurezza che devono essere obbligatoriamente rispettati da alcuni prodotti sotto la responsabilità del produttore o di chi li immette nel mercato europeo. Tra questi requisiti obbligatori c’è anche quello che riguarda la reazione al fuoco dei prodotti destinati a impieghi particolari, come ad esempio i controsoffitti di ambienti aperti al pubblico. Rispetto a prima, sono cambiati i metodi di prova.

Fino a circa un anno fa, ciascun stato membro dell’Unione Europea prevedeva, all’interno delle proprie norme tecniche per la prevenzione incendi, metodi di prova specifici che differivano da un Paese all’altro. Per armonizzare le regole, l’Unione, avvalendosi dei gruppi di lavoro del CEN/TC 27, ha messo a punto un nuovo sistema di classificazione valido per tutti che rientra nella cosiddetta marcatura CE.

In Italia, i metodi di prova applicati per la determinazione delle classi di reazione al fuoco dei materiali sono stabiliti dai decreti del Ministero dell’Interno: articolo 8 del Decreto Ministeriale del 26/06/84 modificato con DM del 17/10/2001 e consentono di misurare: infiammabilità, velocità di propagazione della fiamma e gocciolamento.

I sistemi di classificazione per la reazione al fuoco adottati a livello comunitario tramite decisioni CE, che sostituiscono tutti i sistemi nazionali, misurano invece:

  • infiammabilità
  • produzione di fumo
  • sviluppo di calore
  • gocciolamento

Questi nuovi criteri sono entrati in vigore dall’1 luglio 2007 e anche i produttori che, come Coverd, disponevano già di prodotti classificati nella categoria più sicura di reazione al fuoco secondo la legge italiana (Classe 1) hanno dovuto affrontare i test previsti per le Euroclassi.

E non si tratta di una banalità: infatti, il requisito di classe 1 del sistema nazionale non consente un immediato passaggio ad una classe di reazione europea elevata. Infatti, l’introduzione nello standard EN 13964 (“Controsoffitti – requisiti e metodi per i test”) di nuove prove come la produzione di fumo e lo sviluppo di calore, nonché l’adozione di diverse procedure valutative ha indotto Coverd a riconsiderare i propri prodotti, ricercando modalità di trattamento della materia prima che ottimizzassero i requisiti del prodotto in modo da consentire di fronteggiare la più impegnativa direttiva europea.

Il risultato di questo cammino è stato assolutamente soddisfacente: i pannelli di sughero biondo naturale SoKoVerd.C1 e Kontro hanno superato le prove più severe ed ora possono vantare la marcatura CE, certificando la massima sicurezza anche per produzione di fumo e sviluppo di calore, raggiungendo i parametri richiesti per un impiego a soffitto, (vedi tabella).

Va detto che la dichiarazione CE non è altro che una semplice dichiarazione obbligatoria di conformità, anziché ad una norma italiana ad una Direttiva della Comunità europea. La definizione infatti recita così:

“Dichiarazione che un prodotto, processo o servizio è conforme ad una specifica Direttiva comunitaria, da parte di chi immette il prodotto nel mercato dell’Unione Europea con il proprio nome e sotto la sua responsabilità”.

Il marchio CE viene apposto direttamente sul prodotto dal suo fabbricante o da chi lo immette sul mercato europeo e il compito di controllo del corretto uso del marchio spetta agli organi dello Stato, facente ovviamente parte della Comunità europea.

Secondo la norma EN 13964, la marcatura CE appare sull’imballo dei prodotti e sulla Dichiarazione di conformità CE.

Assodato (e certificato) che i pannelli di sughero biondo naturale SoKoVerd.C1 e Kontro garantiscono la massima sicurezza per la reazione al fuoco anche secondo gli standard europei, è altrettanto importante sottolineare l’alta qualità intrinseca del prodotto in fatto di fonoassorbimento ai massimi livelli grazie alle proprietà naturali del sughero di eco-bio-compatibilità.

La qualità di prodotto Coverd riportata su ogni imballo (si badi che la certificazione CE è obbligatoria, mentre quella di prodotto è volontaria e si basa su norme tecniche) è un’ottima garanzia, come lo sono le centinaia di referenze riportate anche sulle pagine di questa rivista.

Oltre la classificazione al fuoco la norma obbliga che vengano rispettati altri parametri tra cui: il rilascio di sostanze pericolose (amianto, formaldeide…), prove meccaniche come la resistenza alla flessione, la capacità autoportante e la durabilità ovvero il comportamento del prodotto in varie situazioni climatiche.

L’obbligo del rispetto di tutti questi parametri, in particolare il rilascio di sostanze pericolose, contribuisce la diffusione di prodotti, oltre che prestanti dal punto di vista tecnico, sani e sicuri per la vivibilità degli spazi confinanti.

Angelo Verderio