Sottofondi

Tavolati in legno che si adottano per la realizzazione di un piano di posa per parquet, linoleum, moquette…

Sono tanti gli accorgimenti e le soluzioni da tener presenti quando si progetta un’abitazione e, purtroppo, alla fine ci si accorge sempre di aver dimenticato qualcosa o che avremmo preferito fare in modo diverso.

Una soluzione, ideale per chi desidera avere un ambiente con un isolamento termico e acustico che tuteli il comfort e il benessere della famiglia, consiste nello scegliere il legno come piano di posa per i pavimenti.
Il sottofondo è lo strato posizionato tra la struttura portante in legno o in latero-cemento ed il pavimento.

La scelta di sottofondo deve garantire le seguenti caratteristiche:

  • Resistenza all’umidità;
  • Stabilità dimensionale e volumetrica;
  • Buona resistenza al calpestio e alla compressione;
  • Mantenere la corretta planarità;
  • Isolamento termico e acustico;
  • Aggrappaggio del pavimento alla superficie del piano del sottofondo.

La realizzazione del seguente pacchetto consiste nella stesura sulla struttura portante di un foglio di carta oleata atto a ricevere il materiale isolante.
Per avere un maggior isolamento termico e acustico è consigliato utilizzare il sughero, in granuli o in pannelli.
L’impasto isolante composto da granuli di sughero naturale biondo bollito e ventilato Sugherolite amalgamati con un legante a presa aerea KoGlass, si utilizza per uno spessore al di sopra dei 4 cm fino ad arrivare anche a 25/30 cm  nel caso di ristrutturazioni.
Invece per chi ha problemi di spessori si utilizza il   pannello di sughero biondo naturale prebollito superKompatto SoKoVerd.LV dalla granulometria mm2/3 e disponibile in spessori cm 1/2/3/4/5.
Al di sopra dell’isolamento scelto è consigliabile la posa di uno strato separatore di carta oleata KoSep.C oppure per correggere l’isolamento dai rumori di calpestio della soletta, in sostituzione al KoSep.C si utilizza lo strato separatore anticalpestio KoSep.F, composto da ovatta termoapprettata ad alta densità accoppiata ad un film di polietilene dallo spessore di mm 4 o mm 8. Con lo strato separatore KoSep.F si eliminano eventuali ponti acustici.
Lungo il perimetro delle strutture verticali è buona norma applicare una striscia di sughero supercompresso dallo spessore di 3 mm KoFlex, al fine di limitare la propagazione delle onde sonore per via strutturale.
A questo punto passiamo alla realizzazione di un piano di posa con un pannello di sialite idrofugo dallo spessore di  mm 18, con maschiatura.
I pannelli possono essere semplicemente appoggiati oppure ancorati a una struttura in legno detta pavimento galleggiante, e
vengono posati in modo da ottenere un buon piano di posa.
Terminate queste operazioni si procederà alla posa di parquet, linoleum, moquette…
I vantaggi che offre questa soluzione sono molteplici: riduzione di spessori, riduzione dei tempi di asciugatura rispetto al massetto in sabbia e cemento, riduzione del peso, maggior isolamento termico e acustico, ecc…  Inoltre, avete provato la senzazione di accoglienza e di calore ad entrare in un ambiente con un pavimento in legno?…

Diana Verderio