Ambiente: una parte del tuo mondo

La tematica ambientale è parte integrante del progetto BioVerd.

L’isolamento in sughero biondo determina il benessere abitativo certificato in Bioedilizia, Bioclimatica Ecosostenibile.

Dal punto di vista ambientale, a seguito della sviluppata sensibilità della popolazione circa le tematiche ambientali, l’indirizzo attuale e futuro è quello di utilizzare anche nel campo dell’edilizia, materiali con un minor impatto ambientale, e limitata emissione di CO² in fase di produzione, di approvvigionamento delle materie prime e nell’eventualità di un suo futuro utilizzo (riciclo).

Il ridotto impatto ambientale dei materiali utilizzati da Coverd è un aspetto che assume maggior risalto se considerato nella riqualificazione degli edifici aventi una funzione sociale come l’edificio scolastico di Via Belvedere a Como, utilizzato negli anni da migliaia di persone.
Quando si parla innanzitutto di sughero biondo naturale SoKoVerd ci si riferisce ad un processo di produzione ecosostenibile dei pannelli, poichè la lavorazione del sughero e la relativa trasformazione viene effettuata completamente con energia rinnovabile, di origine fotovoltaica per la produzione di energia elettrica ed attraverso la biomassa (scarti impuri della corteccia) per la produzione di energia termica.

Ciclo di lavorazione del sughero

Il ciclo di lavorazione garantisce emissioni di CO² pari a zero nel pieno rispetto dell’ambiente, inoltre il sughero biondo naturale ventilato di Coverd si distingue dagli altri perché è prodotto e lavorato completamente in Italia. Il trasporto effettuato su brevi distanze ha un basso impatto ambientale.

Il sughero biondo naturale è sempre risultato e risulta tuttora il materiale principe, che rispecchia ampiamente sotto ogni punto di vista i canoni della bioedilizia per l’isolamento igro-termo-acustico e riconosciuto da tutti gli organismi internazionali che si occupano di ecosostenibilità.

A questo si aggiunge un impatto positivo ovvero un effetto ambientale compensativo, infatti da recenti studi è emerso che la corteccia di sughero, nella fase di crescita, assorbe circa 1,6kg di CO² per ogni kg di materiale (compensando completamente le emissioni dei processi produttivi standard); se consideriamo inoltre che il pannello installato SoKoVerd riduce drasticamente i consumi di combustibili fossili utilizzati per il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici, possiamo senz’altro affermare che il sughero biondo naturale è per eccellenza il materiale “amico dell’ambiente”.

Nella competizione ambientale ed ecosostenibile dei materiali isolanti termici il sughero si colloca sicuramente davanti ai principali prodotti di sintesi derivanti da processi industriali, costosi in termini energetici e sotto il profilo dell’impatto ambientale.

Certificazione di sistema ETAG 004 e Certificato di conformità CE del controllo del processo di fabbrica

BioVerd è il primo sistema in Europa di isolamento termico esterno di facciata, realizzato con pannelli di sughero biondo naturale bollito e ventilato ad ottenere il benestare tecnico ETA e la marcatura CE.
E’ stata raggiunta la certificazione per il sistema di isolamento a cappotto in sughero biondo BioVerd, secondo la normativa europea ETAG 004 “Guideline for european technical approval of external thermal insulation composite systems with rendering”.

Dopo aver superato tutte le prove fisico meccaniche e prestazionali di tutti i prodotti che compongono il ciclo e sottoposto ad inchiesta da parte degli altri organismi certificatori dell’Unione Europea è stato rilasciato il Benestare Tecnico Europeo ETA 11/0263 con validità dal 01/08/2011 al 31/07/2016.

Il sistema di isolamento a cappotto in sughero biondo BioVerd è dotato di Certificazione CE, che attesta la conformità del controllo del processo di fabbrica secondo ETA 11/0263. L’ente certificatore ITC (Istituto per le Tecnologie della Costruzione – CNR) ha rilasciato il certificato CE n°0970-CPD-0030/CE/EPC11 con validità dal 14/12/2011 al 31/07/2016 per l’intero kit dei prodotti che costituisco il sistema BioVerd.

Dott. Alberto Manzoni